Marina Abramović e Ulay – MoMA 2010

L’arte è la forma d’espressione umana che deve avere la capacità di produrre cose: idee, energia, ispirazione… ma soprattutto emozioni, di qualsiasi gradazione.

Durante la sua incredibile ed estenuante performance “The Artist is Present“, Marina Abramović resistette per ben 30 giorni stando per moltissime ore seduta di fronte a migliaia di persone che, una alla volta, si rendevano partecipi di un’opera darte vivente e in divenire. Ogni incontro di sguardi provocava qualcosa sia nell’artista che nella persona che le si trovava di fronte: amore, ripulsa, felicità, tristezza, tenerezza, gelosia, odio, venerazione.

In questo video, però, è raccolta la testimonianza del momento in cui Ulay, il primo grande amore della vita della Abramović nonché il suo primo grande parnter nelle performance artistiche, la reincontra dopo tanto tempo. In quello sguardo si scioglie in una stretta di mani, sta tutto il non detto e il non dicibile di ciò che resta dell’amore. Le immagini parlano da sole.

Buona visione.

Potrebbero interessarti

Storm Thorgerson

Storm Thorgerson: l’opera del “creativo dei creativi”

Storm Thorgerson è stato uno dei fotografi e designer più famosi della Gran Bretagna. La sua opera, prestata prevalentemente al seguito di alcuni degli artisti musicali più importanti del panorama mondiale, ha illuminato per qualità, originalità, carattere, gran parte del fine secolo scorso… e oltre. Tra i suoi lavori...

nanni moretti caro diario

Nanni Moretti: La genesi di “Caro Diario” [Video]

In questo breve video Nanni Moretti racconta come è nato Caro Diario: inizialmente la sua idea era quella di realizzare un cortometraggio delle sue passeggiate estive in Vespa, lungo le strade quasi deserte di Roma. A seguire invece decise di girare anche gli altri due capitoli, quelli dedicati alle isole...

body painting

“So Random” di Alexa Meade – Il Body Painting per creare quadri viventi

La bellezza estetica dei lavori di Body Painting di Alexa Meade è ormai apprezzata in tutto il mondo. Anche importanti star internazionali hanno prestato il loro corpo per i suoi “quadri viventi”, come nel caso di Ariana Grande all’interno del suo video “God is a woman”. La particolarità del lavoro...

»