“One Breath Around The World”: un viaggio onirico nelle acque di tutto il mondo [Cortometraggio]

Onirico e ipnotizzante: questi sono i primi due aggettivi che ci sono venuti in mente durante la visione dei 12 minuti di questo splendiro “One Breath Around the World”. 

Il cortometraggio celebra l’antico legame tra l’uomo e il mare, magnifica il mistero delle profondita, gioca con lo spazio, con il tempo, con le sovrapposizioni, distorce il nostro equilibrio interno, amplifica le geometrie. Difficile descrivere fino in fondo gli effetti che la visione di questo corto ci infonde. A questo punto ci piacerebbe sapere che cosa ha suscitato in voi. Perché non ce lo raccontate nei messaggi qua sotto?

Buona visione!

Potrebbero interessarti

enough

Enough: una società sull’orlo di una crisi di nervi

Questo delizioso corto di Anna Mantzaris racconta “momenti di perdita dell’autocontrollo” tanto divertenti quanto purtroppo realistici. Troppo spesso cediamo senza combattere alla routine giornaliera: un susseguirsi di gesti ripetuti all’infinito che a volte potrebbe sfociare in reazioni totalmente incontrollate, proprio come accade ai delizioni pupazzi di qesto video. Dobbiamo...

»