Le meraviglie del pianoforte preparato di Hauschka

Ascoltare un pezzo di Hauschka può essere un’esperienza molto particolare: quella che sembra un’ensemble di musicisti e strumenti è in realtà soltanto la creatività di un unico performer che si esibisce su un pianoforte.

Il suo vero nome è Volker Bertelmann, ed è originario di Dusseldorf, in Germania, dove lavora con il suo pianoforte preparato.

Hauschka interpreta brani inconsuet utilizzando gli 88 tasti dello strumento, allineando le corde o i martelletti con oggetti come palline da ping-pong, fogli di alluminio e pelle, ottenendo risultati sonori davvero affascinanti.

Che cosa ne pensate? Conoscevate l’avanguardia del pianoforte preparato?

Buon ascolto!

Potrebbero interessarti

textless

“Textless” – La rivolta delle pubblicità [Cortometraggio]

Questo breve ma ben ingegnato cortometraggio è una vendetta per tutti noi costretti ogni giorno, consciamente o inconsciamente, a subire migliaia di stimoli visivi creati sottoforma di logo, scritte pubblicitarie, cartelloni, insegne e chi più ne ha più ne metta. Le lettere e i simboli, in questo cortometraggio diretto...

»