“Il mio ultimo giorno di guerra” [Cortometraggio]

Per presentarvi questo cortometraggio che non potete perdervi, approfittiamo di riportarvi le note che si possono trovare sotto al video, perché raccontano benissimo di che cosa stiamo parlando…

La grande avventura di un contadino romagnolo protagonista di uno scontro tra soldati tedeschi e americani durante la seconda guerra mondiale. Ironia, dramma, finzione e verità si mescolano in questo emozionante cortometraggio italiano. Riuscirà il giovane contadino a salvarsi e superare il suo ultimo giorno di guerra?

Prodotto da Valentino Peduli e diretto dal giovane regista Matteo Tondini nel 2009 (all’epoca diciannovenne), “Il mio ultimo giorno di guerra” è stato uno dei primi corti girato con la RED ONE nonchè uno dei cortometraggi italiani più premiati. Nel suo palmares si contano infatti più di 100 selezioni in festival nazionali e internazionali e ben 45 premi, incluso il premio come “Miglior cortometraggio sezione elemets+10” al Giffoni Film Festival 2009 e “Best Foreign Drama” al Los Angeles International Family Film Festival 2010.

Il corto interpretato da Andrea Vasumi e da Ivano Marescotti, è stato proiettato in 13 nazioni è vanta partecipazioni a festival quali: Tiburon Int. Film Festival (USA) – Mediterranean Short Film Festival (Marocco) – Warsaw Int. Film Festival (Poland) Oscar Circuit – Festival Int. de Cinema Espinho (Portugal) – RIFF Rome Indipendent Film Festival (Italy) – Miami Acapulco Italian Film Festival (USA) – Atlanta Int. Film Festival (USA) – Festival del corto la 25° ora di La7 (Italy) – Bif&est Int. Film and Tv Festival (Italy) – MIFF Awards (Italy) – Festival Cinematografico de Uruguay (Uruguay).

La fotografia è curata dal vincitore del David di Donatello Fabio Cianchetti, la colonna sonora e la sceneggiatura sono di Marco Tondini mentre la ricostruzione storica e militare sono di Cosimo Tinelli e di Saverio Tabanelli (Ass. Gotica Romagna).

Il mio ultimo giorno di guerra, girato in Romagna nel comune di Riolo Terme, nel 2010 è stato inserito nella compilation dei 6 corti italiani più rappresentativi, presentata al Clermont Ferrand Festival dal CNC (centro nazionale del cortometraggio) di Torino.

Buona visione!

Potrebbero interessarti

Copertina FAllendo si impara Web

Laura De Benedetto, FALLENDO SI IMPARA

Si impara di più dai fallimenti che dai successi, perché sono gli errori che ci fanno crescere.   Fallendo si impara è un libro a due facce: quella che racconta casi umani, con cui entrare in empatia, o con cui, in parte, identificarsi, percorrere le emozioni e i sentimenti,...

Copertitna Un ombra è soltanto un ombra WEB

Leandro Giribaldi, UN’OMBRA E’ SOLTANTO UN’OMBRA

Ventotto maestri del passato raccontano che cos’è – per loro – il cinema. Con umiltà, orgoglio, reticenza, perentorietà, contraddizioni: quello che c’è dietro la scelta di un soggetto, di un’inquadratura, di un certo tipo di illuminazione, della recitazione di un’attrice o di un attore, del montaggio, di un particolare...

Copertina Lividi d’angoscia Web Ombra

Elena Cardona, Lividi d’angoscia

Un viaggio emotivo, attraverso la poesia e l’illustrazione, nella mente di una ragazza che convive da anni con il disturbo borderline di personalità   Un progetto originale dedicato alla produzione giovanile, che vede la collaborazione di una poetessa e di un artista visivo. In origine esisteva un libro di...

»