Una bellissima Cover di Sweet Dreams e Seven Nation Army in mashup [Video]

Il mondo della musica è stato sicuramente arricchito dalle piattaforme video, a partire da YouTube. Grazie a questi nuovi canali di visualizzazione e diffusione, tantissimi musicisti sono riusciti ad emergere grazie alla loro costanza e applicazione.

È questo il caso dei Pomplamoose, qui in una versione allargata del gruppo mentre stanno eseguendo un bellissimo mashup tra Sweet Dreams degli Eurythmics e Seven Nation Army dei The White Stripes. che sono riusciti in due anni di costante produzione di musica propria e di cover, a raggiungere l’invidiabile numero di 1 milione di followers.

L’energia dei ragazzi dei membri del gruppo è letteralmente allergica: al termine della visione del brano siamo sicuri che andrete a cercare altri brandi da loro scritti o interpretati, cercando direttamente sul loro Canale YouTube.

Curiosità

Il basso rutilante che dà inizio alla canzone Seven Nation Army fu scelto dai tifosi italiani presenti ai Mondiali di Germania vinti dalla nostra compagine, come coro di incitazione, aiutando la canzone ad avere una seconda vita e un successo planetario.

Buona visione!

Potrebbero interessarti

Copertina Lividi d’angoscia Web Ombra

Elena Cardona, Lividi d’angoscia

Un viaggio emotivo, attraverso la poesia e l’illustrazione, nella mente di una ragazza che convive da anni con il disturbo borderline di personalità   Un progetto originale dedicato alla produzione giovanile, che vede la collaborazione di una poetessa e di un artista visivo. In origine esisteva un libro di...

Copertina FAllendo si impara Web

Laura De Benedetto, FALLENDO SI IMPARA

Si impara di più dai fallimenti che dai successi, perché sono gli errori che ci fanno crescere.   Fallendo si impara è un libro a due facce: quella che racconta casi umani, con cui entrare in empatia, o con cui, in parte, identificarsi, percorrere le emozioni e i sentimenti,...

Copertitna Un ombra è soltanto un ombra WEB

Leandro Giribaldi, UN’OMBRA E’ SOLTANTO UN’OMBRA

Ventotto maestri del passato raccontano che cos’è – per loro – il cinema. Con umiltà, orgoglio, reticenza, perentorietà, contraddizioni: quello che c’è dietro la scelta di un soggetto, di un’inquadratura, di un certo tipo di illuminazione, della recitazione di un’attrice o di un attore, del montaggio, di un particolare...

»