“Learning to Fly” il video musicale dei Pink Floyd in una versione alternativa

Questa affascinante versione alternativa del video musicale di Learning to Fly è incluso in The Later Years: un cofanetto da 18 dischi (5xCD, 6xBlu-Ray, 5xDVD,2×7″) che copre il materiale creato da David Gilmour, Nick Mason e Richard Wright dal 1987 in poi.

Si tratta di materiale audio e audiovisivo inedito, tra cui i concerti di Venezia del 1989 e Knebworth del 1990, nonché audio e video aggiornati, restaurati e remixati, 2 singoli da 7″, Fotolibro cartonato di 60 pagine, Credits Book cartonato di 40 pagine, Lyrics Book, 3 programmi di tour di riproduzione, busta di cartoncino contenente cimeli da collezione, oltre a Blu-rays e DVD in portafogli individuali.

Il Canale YouTube ufficiale della band, per promuovere questa nuova prestigiosa raccolta, ha pubblicato questo video che noi condividiamo volentieri con voi.

Buon ascolto e buona visione!

Potrebbero interessarti

aquiloni time collapse

Una danza di aquiloni grazie al Time Collapse [Video]

In questo video realizzato da Cy Kuckenbaker le evoluzioni che un unico aquilone ha compiuto in venti minuti vengono presentate tutte insieme in un solo minuto e mezzo, grazie ad un uso davvero creativo e spettacolare del Time Collapse. Il video è servito come spunto per affrontare gli annosi problemi...

body painting

Il Body Painting naturalistico di Johannes Stötter [Video]

Johannes Stötter è da sempre un amante della natura e degli animali, così come della pittura e del violino. Nel corso degli anni ha cercato insistentemente di capire come unire queste sue passioni e il suo talento in una professione. Da qualche anno è uno dei body painter più...

Ascanio Celestini

Ascanio Celestini – “Dio al Supermercato” [Monologo]

In questi giorni complicati per tutti, a causa delle vicende legate al nuovo coronavirus COVID-19 che sta procurando così tante preoccupazioni nel nostro Paese, abbiamo deciso oggi di proporvi un breve monologo di Ascanio Celestini, “Dio al Supermercato”, per sorridere un po’ e cercare di sdrammatizzare senza dimenticare comunque...

»