“Selfish”: un corto di animazione sull’inquinamento da plastica nei mari

Come molti di voi avranno capito, siamo appassionati dei linguaggi multimediali in grado di comunicare emozioni o concetti importanti partendo da un punto di vita non convenzionale.

È il caso di questo Selfishun corto di animazione che utilizza un paradosso per insistere sulla gravità del fenomeno dell’inquinamento da plastica delle acque.

L’animazione è molto curata e riesce nel suo intento in pochissimi minuti. L’uomo viene dipinto come cieco alla problematica e il video si conclude con una serie di dati numerici allarmanti dei quali tutti noi dovremmo tenere conto.

Per fortuna negli ultimi tempi la battaglia contro la plastica è entrata in un periodo molto fecondo dove, oltre ad una significativa riduzione dell’uso, moltissime nuove tecnologie si stanno sforzando di sostituire o mitigare gli effetti di questa perniciosa tipolo gia di inquinamento.

Vi riportiamo per esteso i dati che appaiono nel finale del corto perchè è importante imprimerseli bene in mente, così da ricordarcene ogni qual volta utilizzeremo con leggerezza un prodotto in plastica non necessario e nella speranza che molte di queste previsioni scientifiche non si avverino grazie ad una ancor più rigida inversione di tendenza:

  • Il 99% delle specie di uccelli marini assumerà plastica nel cibo nel 2050
  • il 52% di tutte le tartarughe marine esistenti ha ingerito plastica nel corso della vita
  • In mare esistono più di 5 trilioni di pezzi di plastica del peso di oltre 250.000 tonnellate
  • 29kg di spazzatura hanno ucciso un enorme capodoglio al largo della Spagna
  • Rilevata plastica nei pesci e nei crostacei proposti in molti supermercati nel mondo
  • Gli amanti dei frutti di mare sono a rischio di ingerire fino a 11.000 elementi plastica ogni anno
  • Inequivocabili segnali di presenza di microplastiche sono stati individuati nell’organismo umano

 

Credits:

Director: Chen, PoChien
Story: Chen, PoChien
3D Production: Chen, PoChien
Music: Yong Eun Kim
Sound Design: WinSound Studio
Foley: Lin, HsiaoChin, Lin, SzuYu
Dubbing Mixer: Lin, HsiaoChin
Advisor: Kristian Howald, Noel Hooper, Devin Lim, Dhruv Joshi

Software Used:
Maya, Zbrush, Substance Painter, Redshift

Potrebbero interessarti

Copertina Lividi d’angoscia Web Ombra

Elena Cardona, Lividi d’angoscia

Un viaggio emotivo, attraverso la poesia e l’illustrazione, nella mente di una ragazza che convive da anni con il disturbo borderline di personalità   Un progetto originale dedicato alla produzione giovanile, che vede la collaborazione di una poetessa e di un artista visivo. In origine esisteva un libro di...

Copertina FAllendo si impara Web

Laura De Benedetto, FALLENDO SI IMPARA

Si impara di più dai fallimenti che dai successi, perché sono gli errori che ci fanno crescere.   Fallendo si impara è un libro a due facce: quella che racconta casi umani, con cui entrare in empatia, o con cui, in parte, identificarsi, percorrere le emozioni e i sentimenti,...

Copertitna Un ombra è soltanto un ombra WEB

Leandro Giribaldi, UN’OMBRA E’ SOLTANTO UN’OMBRA

Ventotto maestri del passato raccontano che cos’è – per loro – il cinema. Con umiltà, orgoglio, reticenza, perentorietà, contraddizioni: quello che c’è dietro la scelta di un soggetto, di un’inquadratura, di un certo tipo di illuminazione, della recitazione di un’attrice o di un attore, del montaggio, di un particolare...

»