Un Roman Polansky agli esordi – “Le Gros et le maigre” [Cortometraggio]

Uno schiavo interpretato dallo stesso Polansky, giovane, magro e a piedi nudi, suona contemporaneaamente un flauto e un tamburo per intrattenere il suo proprietario, intento invece all’ozio su una sedia a dondolo posizionata di fronte alla sua villa.

Lo schiavo salta e salta come un pazzo, deterge la fronte del padrone, lo nutre, gli lava i piedi, lo protegge dal sole con un ombrello e molto altro.

Una graffiante satira, metafora sulla libertà e le ingiustizie sociali, realizzata dall’autore nel 1961.

Buona visione!

 

Potrebbero interessarti

Grace Jones

Grace Jones – Slave to the Rhythm [Video Musicale]

Uscito il 28 ottobre 1985, Slave to the Rhythm è il settimo album registrato in studio dell’incomparabile cantante, cantautrice, produttrice, artista, attrice, top model e provocatrice, la signora Grace Jones. Considerato quasi come una biografia, il disco è un concept album in cui ognuno degli otto brani contiene estratti...

fotografia in time lapse

Fotografia Time Lapse: il Progetto “The Art of Night” di Mark Gee

La nostra WebTV oggi vi accompagna alla scoperta di un fotografo che ha dedicato molta parte della sua carriera alle immagini di cieli notturni. The Art of Night di Mark Gee, è un cortometraggio che raccoglie il meglio del suo viaggio astrofotografico. Contiene infatti immagini realizzate di quando ha iniziato...

Cambiare il cambiamento

Cambiare il cambiamento

Micro-manuale di crescita personale in forma di aforismi e citazioni da maestri di evoluzione  

»