“The Performer”: l’essenza più pura di un corpo che danza [Video]

The Performer è un progetto nato sulla curiosità di scoprire cosa avrebbe generato registrare un corpo che danza e riprodurlo grazie alle animazioni point-cloud.

Utilizzando tecniche di regia volumetrica, gli autori hanno cercato di catturare lo spirito umano che balla nella sua forma più pura e anonima.

Creato con DepthKit, un software che registra e visualizza i dati di profondità 3D catturati su una Xbox Kinect v1 con la partecipazione dell’ex ballerino del Nederland Dans Theater Dancer, Jon Ole Olstad.

Questo video unisce molteplici discipline artistiche con la tecnologia interattiva. Il concept è stato ispirato dalla musica.

Credits:

Music by Live Footage: Topu Lyo – electric cello | Mike Thies – drums + keys

Diretto da Michael Gugger 
Coreografia di Amy Gardner
Performance by Jon Ole Olstad
Story Development by Varvara Kanellakopoulos
Assistant Brandan Gosse

DepthKit è sviluppato da James George and Alexander Porter

Awards:

Young Director Award – 2018 Shortlist
Received “Pick of the Day” from Scene 360
Featured in We And The Color blog
Featured on Spanish Public TV: RTVE
Featured on DREAMS TV app
Official Selection at SUPERTOON Animation Festival
#2 on Scene 360’s Top 10 of 2017
Screened at Moving Futures Cinedans
Screened at Athens Digital Arts Festival

Potrebbero interessarti

Copertina Lividi d’angoscia Web Ombra

Elena Cardona, Lividi d’angoscia

Un viaggio emotivo, attraverso la poesia e l’illustrazione, nella mente di una ragazza che convive da anni con il disturbo borderline di personalità   Un progetto originale dedicato alla produzione giovanile, che vede la collaborazione di una poetessa e di un artista visivo. In origine esisteva un libro di...

Copertitna Un ombra è soltanto un ombra WEB

Leandro Giribaldi, UN’OMBRA E’ SOLTANTO UN’OMBRA

Ventotto maestri del passato raccontano che cos’è – per loro – il cinema. Con umiltà, orgoglio, reticenza, perentorietà, contraddizioni: quello che c’è dietro la scelta di un soggetto, di un’inquadratura, di un certo tipo di illuminazione, della recitazione di un’attrice o di un attore, del montaggio, di un particolare...

Copertina FAllendo si impara Web

Laura De Benedetto, FALLENDO SI IMPARA

Si impara di più dai fallimenti che dai successi, perché sono gli errori che ci fanno crescere.   Fallendo si impara è un libro a due facce: quella che racconta casi umani, con cui entrare in empatia, o con cui, in parte, identificarsi, percorrere le emozioni e i sentimenti,...

»