Vasco Mirandola, 100 poesie in gioco – per so/stare poeticamente nel Mondo

“Chi non sa ridere non è una persona seria”, così scriveva il famoso musicista Fryderyk Chopin. Sembra, allora, che l’essenza della vita si basi sul sorriso, sull’umorismo, sul gioco. E se è così, la poesia è una cosa seria? Si può giocare con la poesia? Come probabilmente tutte le attività umane, anche la poesia alle origini nasce come un gioco, un gioco di emozioni e sentimenti, ma anche di umorismo e satira.

Con 100 poesie in gioco, Vasco Mirandola propone un modo contemporaneo di vivere la poesia, rendendola quotidiana attraverso brevi frasi e concetti in successione logica che usano un linguaggio naturale, scritto con l’uso spontaneo di molte figure retoriche, in particolare il paradosso, ma anche l’allegoria e la metafora, indirizzate tutte verso uno stile satirico, che riflette sulla nostra realtà sociale interiorizzata, quella che ci ha regalato un’infinità di condizionamenti. Una retorica finalmente umana e basata sulle forme spontanee del linguaggio, che arriva direttamente alla cassa di risonanza del lettore.

Ogni poesia è un gioco, un gioco di parole, di concetti, che portano il lettore ad un finale sorprendente. Il piacere sta proprio nel percorso e nell’attesa di conoscere come va a finire, quale paradosso o quale logica paradossale il poeta propone per spostare l’asse d’equilibrio che faticosamente abbiamo messo in piedi. In questo spostamento risiede il piacere di leggere, perché inevitabilmente produce una vibrazione della cassa di risonanza interiore, una piacevole e sorprendete vibrazione, una vibrazione di libertà. In più questa raccolta di 100 poesie permette di usare il libro anche come gioco divinatorio semiserio, con le istruzioni per l’uso individuale e collettivo nelle ultime pagine.

Vasco Mirandola
Attore di teatro e cinema. Ha pubblicato quattro libri di aforismi e poesie: Non urlare che mi rovini prezzemolo ed. Studio Tesi, Il solito tram tram il 16 il 16 ed. Comix, Carpe Diem Trote Gnam, E se fosse lieve ed. Cleup. Ha scritto per la rivista Comix e per il quotidiano Il Mattino di Padova. Da alcuni anni si occupa in particolare della diffusione della poesia attraverso reading, spettacoli di teatro-danza, concerti/poetici, e le video/poesie Zuggerimenti poetici realizzati con Marco Zuin. Lavora in cinema (premio Oscar con Mediterraneo di Gabriele Salvatores, con Carlo Mazzacurati ne Il Toro e Il Prete bello, per citarne alcuni), in televisione, in teatro, nel cabaret.

Titolo:    100 POESIE IN GIOCO

Autore: Vasco Mirandola

ISBN: 978-88-32114-19-5

Collana: Natura Umana

Pagine: 144, Brossura

Anno pubblicazione: 2020

Prezzo: 12,00€

Leggi un’anteprima del libro, apri il PDF:  Anteprima 100 poesie in gioco

Recensione di Giovanna Nuvoletti su La rivista intelligente.itleggi

Recensione di Francesca Visentin su Corriere del Veneto – (Corriere della sera):

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Guarda il trailer del libro:

Potrebbero interessarti

Copertina Lividi d’angoscia Web Ombra

Elena Cardona, Lividi d’angoscia

Un viaggio emotivo, attraverso la poesia e l’illustrazione, nella mente di una ragazza che convive da anni con il disturbo borderline di personalità   Un progetto originale dedicato alla produzione giovanile, che vede la collaborazione di una poetessa e di un artista visivo. In origine esisteva un libro di...

manoscritto-giulietta-romeo

Giulietta e Romeo di Luigi da Porto

La novella originale che ha ispirato Shakespeare Historia novellamente ritrovata di due nobili amanti, con la loro pietosa morte, intervenuta già nella città di Verona. Nel tempo del Signor Bartolomeo dalla Scala Una delle storie più universali e famose al mondo è senza dubbio quella di Giulietta e Romeo,...

mandalablog

PERCHÈ COLORARE I MANDALA

  Ovvero come rilassare la mente stimolando le onde alfa Entrare in contatto diretto con i colori permette di emergere dal proprio contesto quotidiano e comunicare con l’inconscio, uscendo poi rinnovati e rigenerati da questa immersione nel nostro mondo interiore. I colori infatti sono strettamente legati alle nostre emozioni,...

»